Annunci

Orario funzioni religiose presso il Santuario di San Francesco di Paola in Tropea (VV)

Orario Estivo:
Venerdi ore 17.00 - Santa Messa - Domenica ore 8.30 - Santa Messa
Orario Invernale: Venerdi ore 16.00 - Santa Messa - Domenica ore 8.30 - Santa Messa
 
Home arrow San Francesco arrow Patrono Amabile
San Francesco - Patrono Amabile
Dopo la canonizzazione dell’Eremita di Paola, avvenuta il 1° maggio del 1519, il culto verso il nuovo Santo si affermò dappertutto. Numerose città innalzarono chiese in suo onore; non poche lo hanno proclamato loro celeste patrono, in Italia, in Francia e in Spagna. La città di Napoli, salvata dal colera, dichiarò Francesco suo celeste patrono con atto solenne l’11 novembre 1625; Torino, difesa dai nemici, lo dichiarò patrono della città nel 1706. Solo nell’Italia meridionale sono 22 le città che lo hanno eletto come loro protettore.

Più vicino ai tempi nostri, Pio XII lo ha dichiarato Patrono della Gente di mare, riconoscendo la particolare ammirazione e devozione dei marittimi verso il Taumaturgo calabrese.

Giovanni XXIII lo ha dato come speciale Patrono alla Regione Calabra, dichiarandolo glorioso confessore della fede e apostolo ammirabile della carità.

San Francesco, in viaggio verso la Francia con il suo asinello, si fermò a Lauria e chiese a un maniscalco di mettere per carità i ferri nuovi all’asinello che cammin facendo li aveva consumati.
Il fabbroferraio, compiuto il servizio, voleva essere pagato, adirandosi alle suppliche del Santo.
Il Servo di Dio allora, si rivolse alla povera bestia  e: «Martinello, gli disse, quest’uomo non ci vuole usare carità e noi non abbiamo come pagarlo: restituiscigli i ferri!». L’asinello scosse le sue zampe e i quattro ferri caddero per terra, tra lo stupore e il rimorso dello scortese maniscalco.

Quadro esposto nel Santuario di San Francesco di Paola in Tropea (VV).

  Partners:
Advertisement

[+]
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size